2021

Abruzzo e Molise,

Gran Tour

Chieti, Vasto, Campobasso, Sulmona, L'Aquila, Rieti, Cascata delle Marmore

02 Giu 2021
5 Giorni
4 Notti

Un viaggio inedito, un’autentica scoperta di due regioni a lungo ai margini dei grandi flussi turistici ma ricche di arte, cultura e natura. Lasciatevi travolgere da paesaggi di una selvaggia bellezza, dalla scoperta dell’antico e fiero popolo dei Sanniti, dalla mestosità di sua maestà il Gran Sasso e dall’aspra bellezza del massiccio della Maiella, addolcito dalla mestria degli speziali che producono confetti, da sempre simbolo di proseprità e fortuna. Un mondo antico dove il tempo scorre lento e lo sguardo può spaziare in un orizzonte infinito.

1° giorno – CHIETI – VASTO
In mattinata ritrovo dei partecipanti e partenza per l’Abruzzo. Arrivo a Chieti. Pranzo libero. Incontro con la guida e visita della città, l’antica Teate Marrucinorum, denominata così dai romani in riferimento al popolo italico dei Marrucini che la abitò sin dal Neolitico. Il capoluogo negli anni ha assunto sempre una maggior importanza, testimoniata dalla presenza di templi, di un teatro greco-romano, di un anfiteatro e di un importante complesso termale, arricchito dopo la guerra sociale di monumenti che oggi costituiscono il patrimonio archeologico della città. Visita al Museo Archeologico Nazionale, dove sono conservati notevoli reperti provenienti dagli scavi della regione tra cui il Guerriero di Capestrano, una scultura del VI secolo a.C. che rappresenta un antico guerriero del popolo italico dei Piceni. Ritrovata casualmente nel 1934 durante alcuni lavori per la realizzazione di una vigna, la statua, la cui anatomia non è curata nel dettaglio, è espressione di quanto i popoli italici abbiano sviluppato una modalità di lavorazione ed un gusto più spontaneo rispetto ai rigidi canoni greci. Nel pomeriggio proseguimento per Vasto e passeggiata nel suo elegante centro storico con il Castello Caldoresco, la Torre di Bassano, l’elegante Piazza Rossetti, i mosaici del II° Sec. d.C., la Cattedrale di S.Giuseppe e la Chiesa di S.Maria Maggiore, custode della Sacra Spina. Sistemazione, cena e pernottamento in hotel.

2° giorno – CAMPOBASSO – SEPINO – PIETRABBONDANTE
Prima colazione in hotel. Partenza alla volta di Campobasso, capoluogo situato nel cuore del Molise, regione abitata dai Sanniti della tribù dei Pentri, il cui nome significherebbe “popolo dei monti”. Proseguimento per Sepino. Visita guidata della cittadina, centro di pianura il cui nome deriva da “saepire”, ossia recintare. Sepino ospita il “Museo della Città e del Territorio”, allestito all’interno di edifici rurali del ‘700, impiantati sulle strutture del teatro romano di cui riprendono l’andamento curvo. L’area sacra di San Pietro dei Cantoni che, recintata da murature megalitiche, disegna un triangolo irregolare i cui lati si allungano sul terreno per qualche centinaio di metri. Si tratta di un tempio italico dedicato alla dea Mefite, protettrice della sfera della maternità, degli affetti domestici, della procreazione, le cui prime tracce di frequentazione risalgono al IV secolo a.C. Light lunch in ristorante. Proseguimento per Pietrabbondante, caratterizzata da una fortificazione risalente all‘epoca delle guerre sannitiche sulla sommità del Monte Saraceno, da un santuario che ebbe una straordinaria fioritura in età ellenistica in località Calcatello e da edifici e sepolture di epoca romana riferibili a forme di insediamento private nell’area del santuario e nelle zone adiacenti. Rientro in hotel, cena e pernottamento,

3° giorno – PARCO NAZIONALE DELLA MAIELLA – SULMONA
Prima colazione in hotel. Partenza per il parco della Maiella. Salendo verso il parco si attraverserà un paesaggio unico iniziando dal borgo di Fara San Martino, capitale della pasta, proseguendo per Palena e Pescocostanzo sino a Roccaraso, notissima località sciistica, riferimento per questo sport di tutto il centro e sud Italia, proseguimento per Castel di Sangro attraversano l’altopiano delle “cinquemiglia”, un altopiano carsico lungo circa 9 chilometri per 1 di larghezza che mette in comunicazione la valle del fiume Gizio e la Valle Peligna con quella del torrente Raso. Si tratta di un luogo suggestivo anche perché completamente disabitato e spoglio di vegetazione, freddissimo d’inverno (non infrequente arrivare anche a -30 °C durante l’inverno), d’estate è invece popolato da greggi e mandrie. Light lunch in agriturismo. Nel pomeriggio trasferimento a Sulmona nella Valle Peligna, ai piedi del Monte Morrone e patria di Ovidio, poeta dell’amore. Visita al centro storico della cittadina considerato tra i più belli e meglio conservati d’Abruzzo ed ai principali monumenti tra cui il meraviglioso Palazzo della SS Annunziata che costituisce, assieme alla Chiesa, uno dei più interessanti monumenti della città; la Chiesa di S. Francesco della Scarpa (1200), la Basilica di S. Panfilo, eretta sul resti del tempio di Apollo e Vesta; l’acquedotto medievale (XIII sec.), suggestivo monumento rettilineo con 21 arcate. Visita al famoso Museo confetti Pelino, con degustazione. Sistemazione, cena e pernottamento in hotel.
4° giorno – PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO – L’AQUILA – RIETI
Prima colazione in hotel. Partenza per il Parco Nazionale D’Abruzzo. Sul percorso sosta fotografica ad Anversa d’Abruzzo. Proseguimento per Scanno, dove si arriva attraverso un paesaggio unico caratterizzato dalle suggestive “Gole del Sagittario”. Visita al centro storico, considerato tra i più caratteristici della regione e ai suoi monumenti tra i quali la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria della Valle. Il paese conserva intatti usi e costumi della tradizione abruzzese. E’ possibile, infatti, scorgere tra i vicoli del paese le anziane signore con il vestito tradizionale e osservare gli artigiani orafi preparare gioielli in filigrana tra i quali la tradizionale “presentosa”. Pranzo libero. Sosta in una pasticceria del luogo per la degustazione del dolce tipico “pan dell’orso o mostacciolo”. Proseguimento per l’Aquila. Lungo il percorso sosta a Bominaco, visita all’Oratorio di S. Pellegrino (considerato la Cappella Sistina D’Abruzzo). All’arrivo all’Aquila, visita del capoluogo di regione e dei monumenti tornati al loro antico splendore: il Castello cinquecentesco (esterno), Piazza Duomo, la Fontana delle 99 Cannelle, S. Maria di Collemaggio (esterno), la Basilica di San Bernardino. Proseguimento per Rieti. Passeggiata nel centro di Rieti. Sistemazione, cena e pernottamento.

5° giorno – CASCATE DELLE MARMORE – NARNI
Prima colazione in hotel e partenza per l’Umbria. Arrivo in Valnerina e visita della Cascata delle Marmore, considerata una delle più alte d’Europa: il dislivello complessivo tra la cima e la base è di 165 metri, suddiviso in tre salti che le donano lo spettacolare aspetto attuale. La Cascata è formata dal fiume Velino, che si getta nel fiume Nera fluendo dal vicino lago di Piediluco. Il nome Marmore deriva dai peculiari sali di carbonato di calcio che si sedimentano sulle rocce della montagna, il cui riflesso della luce del sole li fa assomigliare a cristalli di marmo bianco. Proseguimento per Narni, antico borgo di origine etrusca. Pranzo libero. Nel pomeriggio partenza per il rientro con arrivo previsto in serata.

Sei interessato?
Prenota o richiedi maggiori informazioni sui nostri canali!
whatsapp
messenger
email
telefono

Potrebbe interessarti anche...

26 Lug 2021
8 Giorni
30 Mag 2021
7 Giorni
02 Giu 2021
5 Giorni
24 Lug 2021
2 Giorni
09 Lug 2021
3 Giorni
30 Mag 2021
8 Giorni
02 Giu 2021
5 Giorni
03 Lug 2021
2 Giorni

Condividi questo viaggio!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email