2021

Ville del Brenta,

Navigando tra ville e castelli

Ville del Brenta, Castello del Catajo, Arquà Petrarca, giardino di Valsanzibio

24 Apr 2021
2 Giorni
1 Notti

La bellezza dell’architettura della villa veneta che Palladio ha reso immortale, ammirata dalla prospettiva più bella, dall’acqua, una navigazione che ci riporta agli antichi fasti della Repubblica di Venezia. Regalati un sogno: la naturale eleganza della reggia dei colli Euganei, il Castello del Cataio, che continua nel borgo di Arquà Petrarca e culmina nel giardino di Valsanzibio, un luogo concepito come passeggiata allegorica per trasmettere al visitatore un messaggio positivo, di una vita dove le difficoltà si affrontano e dove una soluzione c’è sempre, dove ogni tanto è bene fermarsi a meditare, dove il tempo è prezioso e va vissuto intensamente, con gioia, in attesa dell’eternità.

• 1 GIORNO: VILLE DEL BRENTA
Ritrovo dei partecipanti e partenza per Stra, alla volta del Museo Nazionale di Villa Pisani; considerata la “Regina delle ville venete”, è una delle principali mete turistiche del Veneto. Situata lungo l’incantevole Rivera del Brenta, la maestosa villa dei nobili Pisani ha ospitato nelle sue 114 stanze dogi, re e imperatori, e oggi è un museo nazionale che conserva arredi e opere d’arte del Settecento e dell’Ottocento, tra cui il capolavoro di Giambattista Tiepolo “Gloria della famiglia Pisani”, affrescato sul soffitto della maestosa Sala da Ballo. “Passo non si faceva senza trovar nuovo spettacolo e nuova meraviglia”, diceva del parco di Villa Pisani un entusiasta visitatore ottocentesco. Ieri come oggi il parco incanta per le scenografiche viste, le originali architetture, il famoso labirinto di siepi, tra i più importanti d’Europa, la preziosa raccolta di agrumi nell’orangerie e di piante e fiori nelle Serre Tropicali. Al termine, imbarco su battello per la crociera sul Brenta, durante la quale si ammireranno molte delle ville che i ricchi veneziani si fecero costruire all’epoca di massimo splendore della Serenissima. Sosta alla Riscossa di Mira e visita guidata di Villa Widmann, tipica residenza estiva del ‘700, con importanti affreschi e un delizioso parco. Pranzo libero. Proseguimento della navigazione e sosta a Malcontenta per un photo-stop a Villa Foscari, uno dei capolavori del genio di Andrea Palladio, tipico esempio di villa-tempio con il monumentale pronao che si specchia nelle acque del Canale. Trasferimento in hotel, sistemazione, cena e pernottamento.

• 2 GIORNO: CASTELLO DEL CATAJO – ARQUA PERTRARCA – GIARDINO DI VALSANZIBIO
Prima colazione in hotel. Partenza per i Colli Euganei e visita al maestoso Castello del Catajo, che deve la sua prima costruzione alla famiglia degli Obrizzi, originari della Borgogna ma giunti in Italia sin dal 1007. Fu Pio Enea degli Obrizzi che decise nella seconda metà del ‘500 di costruire un castello adeguato alla gloria della famiglia. La parte più importante detta “Castelvecchio” fu costruita infatti in soli tre anni tra il 1570 e il 1573, il progetto prevedeva in origine solo pitture esterne, ma Pio Enea chiamò Gian Battista Zelotti, allievo del Veronese che compì un’opera meravigliosa affrescando le pareti interne con le gesta della famiglia e dando vita ad uno dei più spettacolari cicli di affreschi delle Ville Venete. La famiglia degli Obrizzi si estinse nel 1803, lasciando il castello agli Eredi della Casa d’Este. Furono anni di splendore con Francesco IV e Maria Beatrice di Savoia che fecero costruire l’ala più a nord detta appunto “Castel Nuovo” per ospitare la corte Asburgica in visita. Il Catajo passò in eredità a Francesco Ferdinando d’Asburgo. Visita guidata del Castello, immerso negli splendidi giardini. Proseguimento Arquà Petrarca, tempo libero per il pranzo e per una passeggiata nell’affascinante borgo medievale che deve la sua notorietà alla fama eterna di Francesco Petrarca, il poeta che vi passò gli ultimi anni della sua vita. Possibilità di visitare la casa del poeta. Proseguimento per Valsanzibio, ingresso e visita del giardino, uno dei più estesi ed integri giardini d’epoca mondiali, che è valso il primo premio come “Il più bel giardino d’Italia” nel 2003 ed il terzo più bello in Europa nel 2007. Eccezionale esempio di giardino barocco che consta di circa 70 statue scolpite nella pietra d’Istria ed altrettante sculture minori che si integrano ad architetture, ruscelli, cascate, fontane, laghetti, scherzi d’acqua e peschiere, fra innumerevoli alberi ed arbusti, su più di 10 ettari di superficie. Al termine della visita partenza per il rientro. Arrivo previsto in serata.

Sei interessato?
Prenota o richiedi maggiori informazioni sui nostri canali!
messenger
email
telefono

Potrebbe interessarti anche...

04 Apr 2021
2 Giorni
08 Ott 2021
9 Giorni
26 Lug 2021
8 Giorni
02 Apr 2021
4 Giorni
24 Lug 2021
2 Giorni
02 Giu 2021
5 Giorni
09 Lug 2021
3 Giorni
24 Apr 2021
2 Giorni
02 Apr 2021
5 Giorni

Condividi questo viaggio!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email